Card Tech

SMART CARD MULTIAPPLICAZIONI PER LA E-SOCIETY

Dal 1985 Plasticard è un provider globale di soluzioni per operazioni sicure; da schede e terminali a reti di operazione, pagamenti elettronici, card elettroniche per alberghi, sistemi di loyalty card su barcode, banda magnetica, memory cards, smart card, card ottica, lenticular card, con i servizi ad esse correlati.


L'EVOLUZIONE E' PLASTICA

Credit cards, smart cards, laser cards, l'evoluzione Plasticard è plastica. Laminate, verniciate, mattate, neutre, colorate, multistrati. Con filigrana, ologrammi, microchip, stampe di sicurezza. Rigorosamente a norme ISO.

SPESSORI

20/100 - 30/100
40/100 - 50/100
60/100 - ... 76/100 (ISO)
... 82/100 (CHIP)

... le carte laminate partonoda uno spessore di 30/100
ISO standard che definisce le dimensioni della carta, le sue caratteristiche di magnetizzazione e di personalizzazione)

LUNGHEZZA: mm 85.74 : 85.72
ALTEZZA: mm 53.92 : 54.03
SPESSORE: mm 076 +/- 0.08 = 0.68 : 0.84
con il microchip lo spessore diventa mm 0.78 : 0.84

I principali materiali utilizzati sono:

  • Monostrato (per spessori molto bassi)
  • Multistrato (usato per carte bancarie ISO standard)
  • A formulazione speciale per il cliente (anticontraffazione)
  • Ad alta/normale sensibilità alla temperatura (VICAT) tipo carte telefoniche adatte a resistere a temperature esterne diverse
  • Lucido/laminato/mattato
  • Spessore da mm 0.2 a mm 0.8

Il ciclo produttivo

PREPARAZIONE ESECUTIVI

I files degli esecutivi grafici realizzati con software Freehand Macintosh su CD Rom, in genere, vengono forniti dal cliente (diversamente possono essere da noi approntati). Devono essere di alta risoluzione ed in scala 1:1. E' richiesta inoltre una stampa digitale a colori. Nella preparazione degli esecutivi occorre ricordare che:
  • per i colori di quadricromia: si deve ricavare una pellicola per ogni colore di base (cyan, magenta, giallo, nero = 4 pellicole). Gli esecutivi devono essere definitivi e non devono richiedere ulteriori variazioni (inserimenti di testi, didascalie, ritocchi, etc.) altrimenti andranno rifatti ex-novo.
  • per i colori dichiarati: i colori richiesti devono sempre avere come riferimento i numeri della scala cromatica "pantone".
  • i files devono contenere, nell'eventuale predeterminazione dell'opzione di stampa della pellicola, i riferimenti di centratura (crocini di registro).
  • l'emulsione delle pellicole sarà prevista sul lato opposto a quello di lettura (tranne nel caso di serigrafia).
  • qualora si tratti di un'immagine al vivo (cioè fino al margine della tessere) occorre prevedere una smarginatura di almeno 2 mm per ogni lato per permettere un taglio molto preciso.
  • l'esecutivo dovrà riportare segni di delimitazione del formato esterno alla smarginatura (impostare opzione di dimensione al vivo).
  • nell'inserimento di testi in negativo, il posizionamento e la dimensione dei testi non deve essere inferiore a 3/10 mm, al fine di non compromettere la nitidezza delle scritte (dovuta agli standard o alle tolleranze di registro).
  • il posizionamento dei testi in prossimità dei bordi della tessera deve prevedere una distanza minima di 1,5 - 2 mm dai bordi stessi.
  • la densità del retino varia da 54 a 60 linee per mm.


PREPARAZIONE IMPIANTI

Dal CD Rom vengono stampate le pellicole. Si procede quindi all duplicazione e al montaggio (25, 50 o 80 figure per lastra) in base alla quantità richiesta. Il montaggio, uno per colore, viene fatto a mezzo computer rispettando i registri, riferimenti e regole ben precise, inserendo i marker operativi. Dalla pellicola montata si prepara poi la lastra di stampa o il telaio serigrafico.

STAMPA

La stampa può essere fatta in offset o in serigrafia (in base al tipo di tessera richiesta).

TIPI DI STAMPA

  • Quadricromia
  • Pantone (colori più precisi)
  • Oro/argento a caldo (sovrastampa di alta qualità e pregio per carte laminate ISO)
  • Tinta piatta
  • Retino (sfumatura in % del colore pieno)
  • A sbordare (Bleed): costo aggiuntivo per utilizzo di PVC laccato
  • Entrobordo (Not Bleed): stampa al almeno 2 mm dal bordo della tessera

FUSTELLATURA

Le card vengono fustellate da PVC bianco o trasparente. Ci sono due impianti per questa fase: uno viene utilizzato per piccoli formati e l'altro per formati 70x100.

VERNICIATURA

In caso di tessere non laminate, la stampa può essere protetta con la verniciatura trasparente.

ACCOPPIAMENTO

Per le tessere con materiale multistrato i vari strati vengono accoppiati tra di loro mantenendoli rigorosamente a registro.

LAMINAZIONE

E' richiesta per proteggere e lucidare la stampa su ambo i lati con PVC trasparente e ottenere prodotti secondo specifiche ISO, o per lucidare superfici mattate.

PISTAGGIO

Viene effettuato a fogli, prima della laminazione, con nastro magnetico.

TRANCIATURA

Può essere effettuata con ferro trancia o matrice punzone, secondo norme ISO su macchine automatiche a 25 o a 80 posizioni.